cesoie-potaturaL’arte della potatura è una pratica antichissima, nata già nell’antica Roma per poi svilupparsi nel Rinascimento e nell’età Moderna. Tutti possono immaginare, anche grazie ai film ambientati in epoche passate, i giardini delle più antiche e famose ville, dei palazzi regali e delle dimore di antichi lord nonché castelli con labirinti fatti con il bosso: Questo è un vero e proprio classico per le siepi da labirinto per esempio ed è impiegato sia nel giardino in stile italiano che in quello francese, e più in generale in tutti gli stili classici che prevedono l’inserimento di elementi decorativi di questo genere. Ma la potatura non è un’attività solo per abbellire il giardino. Serve alla pianta per un corretto sviluppo quando deve produrre frutti per esempio. Accompagnare un albero nel suo sviluppo di crescita richiede molto rispetto e ascolto. Potare quindi significa anche adeguarsi alle caratteristiche di ogni specie e di ogni varietà, dando una mano alla natura per permettere una fruttificazione più rapida e un sostegno regolare e costante durante la vita dell’albero, aiutandolo nella sua vita vegetativa per una crescita armoniosa ed equilibrata che gli permetterà di durare più a lungo.

Consigliati per te

L’arte della potatura in 2 mosse

La potatura consiste in una serie di interventi per modificare il modo naturale di vegetare e di fruttificare. Ma possiamo anche intendere il taglio di rami per dare una determinata forma ad una pianta. Per esempio la magnolia è una pianta ornamentale e la corretta potatura ne pregiudica la crescita e la forma da “adulta” e potare una pianta ornamentale significa mantenerla sana e vigorosa per tutto il resto della sua vita. In generale quando ci sia accinge alla potatura è per raggiungere una serie di obiettivi: dare alla pianta una forma; accelerare lo sviluppo dei giovani alberi per raggiungere al più presto l’entrata in produzione; avere una migliore e più rapida produzione di frutti o nei casi più “casalinghi” eliminare i rami troppo alti. La potatura è distinta in base allo scopo e alla stagione in cui viene eseguita e c’è una vasta nomenclatura di metodi e tipi. Semplificando al massimo per un’operazione fatta abbastanza bene dobbiamo tener presente le seguenti operazioni:

  • L’angolatura può essere vista anche sull’insieme dell’albero. Tenendo conto che la vegetazione ha tendenza a svilupparsi verso l’alto, è bene fare attenzione a distribuirla bene. Immaginare la forma di triangolo, con la base verso il basso e il vertice verso l’alto ci può aiutare a dare forma al nostro albero perché se non siamo attenti ci troveremo, nel corso degli anni, ad avere delle forme che assomigliano a un ombrello o senza forma, quindi avremo una vegetazione squilibrata che favorirà il deperimento della vegetazione nelle parti più basse che saranno sempre in ombra.
  • L’apertura del fusto deve permettere al sole di penetrare, i rami secondari vanno quindi selezionati ed eventualmente rimossi per permettere una penetrazione ottimale della luce sia per la formazione delle gemme a frutta che per la colorazione e dolcezza dei frutti al momento della raccolta. Il pesco per esempio “adora” la potatura a lisca di pesce perché favorisce l’equilibro vegetativo quindi la produzione di pesche.

Inoltre non dimenticare che potature scorrette possono portare a malattie e infestazioni parassitarie. Tagli errati favoriscono il ristagno dell’acqua possono produrre germogli marci o ammuffiti, quindi fai sempre tagli netti. Questo è evitabile con strumenti con ottime lame e fatte di materiali forti e resistenti che aiutano il giardiniere nel lavoro.

La potatura professionale e fai da te

Se si tratta di una coltivazione di alberi da frutto ovviamente la potatura ha caratteristiche di professionalità e esperienza, ma se ci accingiamo a voler migliorare l’aspetto dei nostri alberi da giardino tutto di ridimensiona al buon senso, al buon gusto e a piccoli accorgimenti. Tutte le piante hanno diritto di crescere armoniosamente senza perdere vigore e evitando di avere una forma sgradevole. A volte la miglior potatura è quella che non si vede, quella dove l’albero non cambia forma “violentemente” ma in modo delicato. Inoltre tagli troppo drastici possono compromettere la pianta stessa. L’intervento deve adeguarsi alla struttura della pianta per alleggerirla.

Gli attrezzi per la potatura ci consentono di eseguire facilmente tutti i lavori di giardinaggio, da quelli semplici a quelli complessi. La complessità, e quindi la varietà degli attrezzi necessari, è data dalla grandezza dei nostri spazi e dal numero delle diverse specie arboree od ornamentali che crescono nel nostro giardino. Gli strumenti per la potatura professionale o fai da te sono gli stessi, la differenza sta nella qualità. Cesoie e forbici da pianta sono indispensabili come i guanti da lavoro.

  • Le cesoie si utilizzano per tagliare i rami più fini e togliere foglie o nodi. Prediligete strumenti professionali, perché cesoie scadenti, con le lame poco affilate o che si allargano mentre tagliate, rischiano di strappare o rompere i rami quando andrete a reciderli, vanificando il vostro impegno e rischiando anche di ferirvi. Se vi avvicinate all’acquisto verificate che siano della misura corretta: né piccole né grandi. Devono essere adatte al lavoro che dovete fare.
  • I seghetti sono un attrezzo utile ma non indispensabile se non abbiamo alberi da fusto in quanto servono per tagliare grossi rami in modo corretto. Visto il loro costo abbordabile nel caso in cui non ne abbiate uno e vogliate cimentarvi nel giardinaggio vi sarà sicuramente utile.
  • Le forbici ad asta lunga in commercio sono varie quelle a manico fisso o con manici telescopici. Queste, usate da terra, consentono di raggiungere le cime più alte e difficili, ottimo acquisto se avete, dunque, rami alti da potare.

Consigliati per te

Le nostre proposte

Che dobbiate lavorare su un albero o su un piccolo cespuglio è fondamentale avere buone lame perché come anticipato il taglio deve essere netto. Dal momento che la potatura cambia in maniera definitiva la struttura e l’aspetto di una pianta, è importante farla da subito con criterio ed avere strumenti professionali.

Forbici per Potatura Smaier

Forbice tagliente e maneggevole è ottima per lavori di giardinaggio leggero come recidere fiori e foglie oppure rami fini. L'affilatura è ottima e la lama è di ottimo acciaio che non arrugginisce.
Vai a Forbici per Potatura Smaier

Cesoia telescopica

Grazie al suo peso contenuto – circa un chilogrammo e 600 - non stanca troppo le braccia anche dopo sessioni prolungate di disboscamento. Grazie alle sue sette posizioni di allungamento – da 68cm a 1 metro - è possibile arrivare dove non si può con altri mezzi. Il taglio è netto e preciso.
Vai a Cesoia telescopica

Felco Forbici da potatura

Questa cesoia professionale di fattura svizzera ha una bilanciatura come poche altre del suo genere. Sono praticamente indistruttibili e l'acquisto sarà per sempre. È lunga 21cm e mezzo e pesa 240 grammi. Lama taglia in modo perfetto e consente quindi un taglio precisissimo.
Vai a Felco Forbici da potatura